sabato 6 luglio 2013

Flan Parisienne

Come esprimere la felicità

Oggi mi sono fatta questa domanda , passeggiando con i piedi nell' acqua tiepida e trasparente di un mare che mi sembra di conoscere da sempre
La mattina presto è bellissimo vedere le onde che non si stancano mai di andare avanti e indietro , i gabbiani che si lasciano andare cullati dal movimento dell' acqua e il profumo di questa aria così calma che ti investe e ti entra dentro fino ad arrivare all'ultima cellula , che non ricordavi neanche di avere
Quando sentiamo un sentimento forte vorremmo condividerlo e farlo capire agli altri , possiamo esprimerlo con la cucina , una ricetta felice si sente , è come se un pezzetto della tua felicità entrasse negli altri , perchè li vedi sorridere , rilassarsi e sorridere ancora , allora pensi ecco non hanno notato la mia felicità ma l'hanno sentita
Chissà  perchè  è sempre un dolce che faccio in questi casi , un dolce morbido e profumato e penso che il Flan Parisienne è perfetto e corrisponde a tutti questi requisiti , in Francia è molto popolare e non può mancare nelle vetrine delle Boulangerie
Nella pasticceria francese  i dolci si dividono in estremamente difficili o estremamente facili . Il flan parisienne fa parte della seconda categoria è quindi fattibile anche da chi non ha una grande esperienza ai fornelli
La pasta originale che contiene la crema è la pasta sucrè che va fatta a mano , ma per rendervi le cose più semplici può essere benissimo sostituita con una pasta brisè già pronta


750 gr latte
250 di zucchero
5 uova intere
100 maiziena
250 gr di panna fresca
1 bacca di vaniglia

 1 confezione di pasta brisè rotonda già pronta


Accendere il forno a 160°C
Imburrare ed infarinare uno stampo a cerniera di circa 26 cm di diametro
Rivestire con la pasta brisè  e mettere di nuovo in frigo.
Far bollire il  latte con 125g di zucchero e la vaniglia
Montare non eccessivamente le uova con i restanti 125g di zucchero.
Aggiungere la maizena setacciata e la panna
 far cuocere a fuoco basso come una crema pasticcera.
Appena il cucchiaio è velato spegnere il fuoco e far scendere di temperatura mescolando per circa 5 minuti  ed eliminare la bacca di vaniglia
Versare nello stampo all'interno dell'involucro di sfoglia e infornare per circa un'ora a 160 gradi
Servire  fredda possibilmente dopo una notte di frigorifero


Posta un commento

ti potrebbe interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...