domenica 14 luglio 2013

14 luglio

La storia
Era  il 14 luglio 1789 e una folla inferocita prende d'assalto la fortezza della Bastiglia a Parigi, simbolo del governo dispotico della dinastia dei Borboni. Il ricordo di questo evento sarà celebrato dai francesi come festa nazionale


La presa della Bastiglia si dimostrò un evento di dimensioni storiche a prova che il potere non era più nelle mani del Re in quanto rappresentante di Dio, ma nelle mani del popolo, come sostenevano i filosofi del diciottesimo secolo. Nel giro di due giorni la Rivoluzione divenne incontrollabile. Per tutti i cittadini francesi la presa della Bastiglia divenne simbolo di libertà e di democrazia, nella lotta contro l'oppressione.
Questa festa oggi è il simbolo francese che rappresenta la fine della Monarchia e l'inizio della Prima Repubblica. Durante la giornata di festa nazionale tutti i cittadini si sentono fieri di vivere in una Repubblica. Questo poiché questa giornata è fondamentale nella storia della nascita della Repubblica.
Il 14 luglio è sempre molto celebrato e apprezzato dai francesi.
A Parigi (dal 1980 sugli Champs-Élysées) si tiene di solito una parata militare preparata con la massima cura per il dettaglio, e in tutta la Francia si tengono feste, balli  che vanno avanti tutto il giorno e la sera si concludono con spettacoli pirotecnici
Questa mattina mi sono svegliata e aprendo le finestre perchè è una bellissima giornata , non ho potuto fare a meno di notare la grande bandiera francese che il mio vicino aveva messo nel terrazzo , che bello ho pensato , che bello sentirsi fieri del proprio paese e essere orgogliosi di farne parte , queste sono le fondamenta di una nazione ancora oggi . Io sono Italiana e questo patriottismo non ci è stato insegnato , si quando ci sono i mondiali di calcio ci uniamo tutti sotto la stessa bandiera , ma niente di più  , non ci sentiamo fieri , non ci sentiamo orgogliosi della nostra nazione se non appunto in rari casi . Peccato , abbiamo tanti motivi per esserlo , ma tanti ,  basta anche solo ascoltare Roberto Benigni quando decanta la Divina Commedia di Dante Alighieri o andare a Venezia , Firenze  o Roma , perdersi per queste città fatte di arte e bellezza
L' Italia è un paese meraviglioso o meglio era un paese meraviglioso , adesso è calpestato e depredato nel più profondo della sua identità , ha smarrito la rotta e naviga in acque tempestose senza capitano , non ho avuto la pazienza di aspettare che ritrovasse la strada , ogni istante  che abbiamo è prezioso e se le cose non cambiano , cambiale tu .


Posta un commento

ti potrebbe interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...