lunedì 21 novembre 2016

La nuova Madame gourmet


Madame Gourmet cambia veste



Inevitabile il cambiamento , il rinnovamento e oserei dire il miglioramento .
Dopo tre’ anni ho pensato che era il momento di passare dal pensare al fare e cosi vedrete Madame Gourmet con una nuova veste grafica più accattivante e moderna ma dietro ci saranno le mie ricette di sempre , buone e fattibili come avete imparato a seguire e conoscere fino ad ora 

Ecco il nuovo indirizzo a cui potrete collegarvi da oggi    madamegourmet.it

Ogni volta che inizio qualcosa di nuovo lo faccio sempre con un dolce , un nuovo anno , una nuova casa , un nuovo progetto , li ho sempre inaugurati infornando un dolce e quindi perché nell’ innovazione non deve esserci posto per la tradizione . 

Allora ecco la ricetta per un cupcakes  autunnale allo sciroppo d’ acero , un dolcetto perfetto per festeggiare tutto quello che arriverà con il nuovo anno

Cupcakes allo sciroppo d’acero




ingredienti per 12 cup  

  • - 200 g  farina 
  • - 80   g  burro
  • - 50   g  sciroppo di acero 
  • -1 dl di latte
  • - 2 uova
  • - 1 cucchiaino di lievito per dolci 
  • - un pizzico di sale 


per il frosting

  • - 130 g burro
  • - 200 g zucchero a velo 
  • - 1 cucchiaio sciroppo di acero


procedimento


- Montare il burro ammorbidito con lo zucchero , lo sciroppo di acero e un pizzico di sale fino a che sarà spumoso
- Incorporare le uova , uno per volta , poi unire la farina setacciata con il lievito in 2,3 volte alternando con il latte 
- Versate il composto in 12 pirottini fino a 2/3 della loro altezza e posizionateli in una teglia per cupcakes 
- Cuocete in forno gia’ caldo a 180 gradi per 20/25 minuti , sfornate e lasciate raffreddare completamente 

Per il frosting 

- montare con la frusta elettrica il burro ammorbidito e lo zucchero a velo setacciato , poi incorporare lo sciroppo di acero  . Versare la crema in una tasca da pasticcere co un beccuccio a stella e decorare le cupcakes con un ciuffo di crema 























martedì 6 settembre 2016

i tortellini


Avviamoci sulla strada dell'autunno in buona compagnia 

Si fa presto a dire tortellini. 
e pure a mangiarli. Purchè ci sia qualcuno che li prepari e lo sappia fare come si deve. Perché va detto, senza far torto a nessuno ( nemmeno un tortellino piccolo così ) che non tutti sono all’altezza. 
Chi prepara i tortellini? E con quali ingredienti? La risposta alla prima domanda viene dal passato. Un tempo chi faceva i tortellini li faceva a domicilio dei clienti. Almeno nelle grandi occasioni, come i matrimoni, in cui la cosa più importante, per chi invita e per chi viene invitato, è come si mangia. In Emilia, la patria del tortellino (sulla Regione non ci sono dubbi: sulla città è ancora in corso una plurisecolare vertenza tre Bologna e Modena), la fattrice, la generatrice di tortellini era lei: la “rezdora”.
Parola in dialetto emiliano che vuol dire “reggitrice”. Nelle campagne, la rezdora era la donna che mandava avanti la casa, cucina compresa. Quando alle capacità organizzative univa l’abilità culinaria, la rezdora veniva “prenotata” per banchetti e matrimoni. 
A cose fatte, stanca ma felice per il successo riportato, veniva ricondotta a casa sua, e portava ai familiari, oltre al compenso ricevuto, pure una bella quantità di “avanzi” di prima scelta. Tutto strameritato, e spesso frutto del lavoro di più giorni, non solo quello della festa. La rezdora veniva infatti prelevata con anticipo, perché potesse rendersi conto sul posto di ciò che le serviva. Per fare cosa? Tutto; ma sopratutto i tortellini.
Del tortellino la rezdora sa ogni cosa. Per esempio, sa che va lasciato cuocere nel suo brodo. Un atteggiamento tutt’altro che fatalista, visto che “suo” non si riferisce al tortellino ma alla rezdora. Al brodo che ha preparato lei.
Per il tortellino, il brodo di cappone è la morte sua (e quella del cappone, evidentemente). Il cappone è un gallettino nato tra aprile e maggio, e castrato ad agosto, quando pesa circa un chilo e mezzo. A Natale ha raggiunto il peso giusto, tra i quattro e i sei chili. Se il cappone non c’è, la gallina (possibilmente vecchia), il pollo o il galletto possono prendere il suo posto in modo onorevole. 



RICETTA TRADIZIONALE TORTELLINI IN BRODO

Ingredienti per 4 persone:

PER LA PASTA:

- farina: 300 gr. - uova: 3

PER IL RIPIENO: - polpa di maiale: 50 gr.
- prosciutto crudo: 50 gr.
- mortadella: 50 gr.
- uovo: 1 (solo tuorlo)
- parmigiano grattato: 50 gr. - sale: q.b.

- noce moscata: q.b.

PER SERVIRE: - brodo di manzo: 2 litri
- parmigiano grattato: q.b.

procedimento 


1-Fatevi macinare 2 volte dal macellaio il vitello, il maiale il prosciutto e la mortadella.
2-Preparate il ripieno : in una ciotola versatevi la carne macinata , il prosciutto e la mortadella , il parmigiano, luovo , solo il tuorlo, aggiustate di sale e spolverizzate con pochissima noce moscata grattugiata, mescolate bene limpasto e mettetelo in frigorifero.
3-Preparate la pasta: Setacciate con cura la farina sulla spianatoia, formate la classica fontana, quindi mettetevi al centro le uova e un pizzico di sale.
4-Sbattete con una forchetta le uova, quindi iniziate a incorporare la farina con la punta delle dita, partendo dai bordi della fontana. Lavorate con le mani il composto per 15-20 minuti, amalgamando bene gli ingredienti e avendo cura di cospargere di tanto in tanto la spianatoia con un poco di farina. Continuate in questo modo fino a ottenere un impasto sodo e omogeneo, poi, quando nella pasta iniziano a vedersi delle bollicine, raccoglietela formando una palla. Lasciatela riposare in una ciotola per mezz'ora.
5-Ora la sfoglia può essere tirata a mano, con il mattarello, o con l'apposita macchinetta a manovella o elettrica. Nel primo caso la sfoglia va lavorata ancora con le mani per alcuni minuti e poi appiattito con il mattarello allargandola fino a formare un grande disco di spessore fino ed omogeneo.
6-Va poi tagliata aiutandovi o con la rotella o con lapposito arnese dei quadrati di 3 cm.Il vero tortellino è abbastanza piccolo. E' importante evitare di infarinare la sfoglia al termine della sua preparazione, altrimenti non si attacca quando viene ripiegata per racchiudere il ripieno.
7-Ponete al centro di ogni quadrato di pasta un podi ripieno prima preparato, poi piegate la pasta a triangolo facendo aderire bene gli orli.
Dopo aver stretto tra il pollice e l
indice di entrambe le mani gli angoli del lato più lungo, fate ruotare con la mano destra il triangolo di pasta

intorno allindice della mano sinistra, poi riunite i 2 angoli e stringeteli fino a farli combaciare, procedete così fino ad esaurimento degli ingredienti.
8-Filtrate un buon brodo di carne che è fondamentale per la buona riuscita della ricetta , magari potete prepararlo anche il giorno prima e quando bolle buttatevi i tortellini, fateli cuocere alcuni minuti, circa 4 (ma dipende anche dallo spessore della pasta)
Serviteli in brodo e spolverizzateli di parmigiano grattugiato.
Consiglio: una volta preparati i tortellini, possono essere congelati e conservati per 2- mesi. Per congelarli ben separati, è meglio prima disporli su di un vassoio in orizzontale per un'oretta nel freezer, e poi una volta congelati, possono essere racchiusi in sacchetti. Vanno buttati nel brodo bollente (in nessun caso nell'acqua bollente!) ancora congelati. 









venerdì 12 agosto 2016

Torta senza forno



Continuiamo con le cose spettacolari , un dolce per fasteggiare il 15 agosto e per fare un figurone con i vostri invitati o poter dire "il dolce lo porto io " se siete voi invitati da amici o parenti
Che cosa c'è di più semplice nel fare un dolce di non preoccuparsi della cottura o della lievitazione che molte volte vanifica tutte le nostre più buone intenzioni culinarie , ecco con questa  torta molto scenografica , buona e di facile realizzazione non potete fallire
L' idea non è farina del mio sacco và detto , la ricetta è di un alto mito della cucina questa volta Americana , Martha Stewart .
Allora prima cosa sfatiamo la leggenda che gli americani mangiano solo hamburger e patatine ,  se approfondite un po , la cucina Americana è moto interessante è sia tradizionale che molto innovativa è buona è anche sana se si decide di non inondare tutto con il ketchup .
Grazie a Debbie , una cara  amica di Atlanta , ho scoperto un altro aspetto degli Stati Uniti è lei che spesso mi segnala  ricette fantastiche e all' inizio la sorpresa era tanta , ma come questa ricetta viene  dagli Stati Uniti ?? Approfondite sempre prima di giudicare qualche cosa che non conoscete , ragionate con la vostra testa non andate per sentito dire , se lo dicono tutti non è detto che sia vero anzi spesso è proprio il contrario
Ma torniamo a Martha , lei ha un bellissimo sito marthastewart.com da dove si possono trarre miliardi di  idee e non dite che non sapete l' inglese , con i mezzi che avete oggi a disposizione non ci sono confini , è una conduttrice televisiva e intrattenitrice statunitense di origini polacche, conosciuta nel mondo televisivo e dei magazine per i suoi progetti di cucina, giardinaggio, bon ton, fai-da-te, e, in generale, come guida nel lifestyle e nel ménage domestico.
È anche una donna d'affari di successo e un'icona americana. Nel 2002 la sua carriera è stata scossa da uno scandalo riguardante la sua vendita di azioni di una casa farmaceutica, alcuni giorni prima che la licenza per un nuovo farmaco fosse negata. Alla fine è stata accusata di aver mentito agli investigatori e condannata al carcere nel 2004. È stata rilasciata il 4 marzo 2005. I suoi attuali progetti riguardano due nuove serie televisive


Comunque andando oltre la vita privata a noi interessa la ricetta , vi faccio subito vedere di cosa parlo

non è bellissima , lei ha proposto questa torta per il giorno dell' Indipendenza , perchè nei colori rispecchiano la bandiera degli Stati Uniti , ma voi potete anche cambiare il tipo di frutta utilizzato e il risultato non cambierà è un dolce buonissimo e leggero quindi abbondate nelle porzioni io nella mia realizzazione per esempio ho invertito i frutti utilizzando fragole e more

Buon Ferragosto



    TORTA SENZA FORNO
ingredienti

  •    500 gr di  fragole   ( si può sostituire con altri tipi di frutta )
  •    150 gr di  zucchero  a velo 
  •    il succo di 1 arancia grande fresca
  •    250 gr mascarpone
  •    250 gr di  panna montata fredda
  •    3 gr di  estratto di vaniglia 
  •    Sale fino un pizzico
  •    20-24 biscotti savoiardi 
  •    200 gr di mirtilli  , per la finitura top
uno stampo a cerniera di 23 cm circa

1       In una ciotola media, unire le fragole con il  succo d'arancia e 50 gr di   zucchero
Con la parte posteriore di una forchetta, schiacciate delicatamente in modo che  fuoriesca il loro succo e lasciate riposare 10 minuti
Nel frattempo, in una grande ciotola, mescolare insieme il mascarpone 100 gr con di zucchero utilizzando una frusta  ,  fino a che il composto diventa  liscio e omogeneo , unire la panna montata e un pizzico di sale , attenzione a non smontare il composto

  2     Tagliare  due striscie di carta forno  più alte di 15 cm del lato della teglia e foderare il bordo dello stampo a cerniera
 3      Fare un fondo con la metà dei savoiardi spezzati in due
 4      Aggiungere un secondo strato utilizzando metà del composto di fragole e succo
 5      Con  una piccola spatola di gomma,molto delicatamente  fare un terzo strato con   la metà della crema di mascarpone e panna . Toccare delicatamente  per eliminare le bolle d'aria.
6       Ripetere con i savoiardi rimanenti, ancora le fragole e ancora la crema  montata.
7       Il Top è fatto con mirtilli non schiacciati
         Conservare in frigorifero fino a quando la crema di mascarpone si è solidificata  e i  biscotti si saranno ammorbiditi , circa 3 ore
 Per servire, aprire lo stampo lasciare il fondo  e staccare la carta  dai bordi

mercoledì 20 luglio 2016

Spiedini di pollo

Spiedini di pollo si , ma arrotolati nel prosciutto
certo marinati e arrotolati , sono buonissimi , cosa c'è di più bello di una grigliata con gli amici in queste lunghe sere estive , basta solo decidere chi farà la sauna davanti alla grigia e il gioco è fatto



                                  Spiedini di pollo arrotolato al prosciutto


INGREDIENTI

    * 600 g di petto di pollo
    * 1-2 rametti di rosmarino
    * 2 dita di vino bianco secco
    * 1 cucchiaio d'olio extravergine di oliva
    * 2 rametti di salvia
    * 2 spicchi d'aglio
    * 120 g di prosciutto crudo in fette un po' spesse e compatte
    * pepe

PREPARAZIONE

    * Tagliare il petto di pollo a pezzetti grandi quanto un piccolo involtino, eliminando le cartilagini.
    * Lavare il rosmarino, selezionarne le foglie e tritarle finemente con la mezzaluna su un tagliere
    * Mettere il pollo in una ciotola, unire il vino, l'olio, il rosmarino la salvia tritati e l'aglio spellato ed affettato salare leggermente e lasciare marinare al fresco per 30 minuti
    * Dividere le fette di prosciutto a pezzi abbastanza grandi da avvolgere i pezzi di pollo.
    * Avvolgere ogni pezzo di pollo con il prosciutto e man mano che sono pronti infilzarli su spiedi di legno oppure negli stessi rami di rosmarino lasciandone solo un ciuffo all'estremità che coprirete con la stagnola per proteggerli dal calore alternandoli con le foglie di salvia ben lavate.
    * Scaldare su fiamma viva la piastra in ghisa. Mentre si sta scaldando unire un filo d'olio ed asciugarlo con carta da cucina. Quando la piastra sarà ben calda comincerà ad emettere un lieve fumo, appena percettibile. E' il momento di mettere gli spiedini al fuoco.
    * Lasciarli cuocere per 2-3 minuti, senza toccarli, affinché possano ben cuocere. Mantenere la fiamma piuttosto vivace. Non deve ne comparire acqua sul fondo della piastra (temperatura troppo bassa), ne fumare eccessivamente (temperatura troppo alta).
    * Trascorsi i 2-3 minuti, girare gli spiedini e scottare allo stesso modo il secondo lato.
    * Abbassare appena la fiamma e cuocere gli spiedini per una decina di minuti, girandoli di tanto in tanto.
    * Servire immediatamente.

CONTORNO DI ABBINAMENTO IDEALE
Piselli in padella, insalata mista, insalata fresca.
STAGIONE
Ricetta per tutte le stagioni

ti potrebbe interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...